Home » Donna e Salute » OMS: nel mondo 303 mila donne muoiono durante la gravidanza e il parto

OMS: nel mondo 303 mila donne muoiono durante la gravidanza e il parto

Ogni anno nel mondo muoiono per gravidanza e parto circa 303 mila donne, mentre 2,7 milioni di bambini muoiono nei primi 28 giorni di vita e 2,6 milioni nascono morti. La demografia ci insegna che tali morti nella maggior parte dei casi si sarebbero potuti evitare con cure di qualità e con l’intervento di medicina prenatale. Questa è la notizia scioccante che l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) scrive sul suo sito.
Quasi tutti i bambini nati morti e la metà di tutte le morti neonatali non sono registrate con un certificato di nascita o morte, quindi non sono mai state rilevate e analizzate nel sistema sanitario. Spesso i paesi non sono a conoscenza del numero reale dei decessi né delle cause che hanno provocato le morti, quindi non è possibile adottare provvedimenti efficaci e tempestivi per prevenire il fenomeno. I rapporti ufficiali sottostimano la reale portata della mortalità materna fino al 30% nel Front covermondo e del 70% in alcuni paesi. A questo scopo per rinnovare l’interesse al problema, l’Oms ha rilasciato 3 documenti come linee guida da seguire per tutti i paesi, allo scopo di quantificare e migliorare gli standard di qualità delle donne in gravidanza e durante il parto. Tre documenti per aiutare i paesi a migliorare la raccolta dei dati sulle morti materne e neonatali. Il primo intitolato “Who application of the International classification of disease-10 to deaths during the perinatal periodapprofondisce sui sistema standard di classificazione, in modo ad esempio da collegare le condizioni della donna incinta, come diabete e ipertensione, alle morti durante il parto. Il secondo rapporto chiamato “Making every baby coBook cover image.unt: audit and review of stillbirths and neonatal deaths è una guida su come analizzare le morti individuali, per implementare possibili soluzioni. Il terzo Book cover image.documento definito “Time to respond: a reporton the global implementation of maternal death surveillance and response è finalizzato a rinforzare i processi di revisione della mortalità materna in ospedali e cliniche.

Cristina Montagni

Follow Women for Women Italy on WordPress.com

Categorie

Piattaforma dove donne e lavoro si incontrano

Strumenti per le imprenditrici, lavoratrici autonome e professioniste

Testata giornalistica incentrata sui temi del lavoro, della formazione e dell’imprenditoria femminile

Girls in Tech (GIT) is a global non-profit focused on the engagement, education and empowerment of girls and women who are passionate about technology

Dip. Psicologia, “Sapienza” Università di Roma

Noi Siamo Pari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: