Home » Il Lavoro come Valore Positivo: Le donne e l’economia mondiale

Il Lavoro come Valore Positivo: Le donne e l’economia mondiale

Archivi

RSS Risorsa Donna

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Yes, We Tweet

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

A partire dai primi anni ’60, cominciavano a manifestarsi i primi movimenti femministi negli Stati Uniti e in Europa. Sulla base degli impulsi provenienti dal vasto fronte internazionale dei movimenti delle donne, il 7 novembre del 1967 l’Assemblea generale ONU approva la dichiarazione sulla eliminazione delle discriminazioni contro la donna.

L’articolo 1 specificava che per discriminazione nei confronti delle donne si considerava tutto ciò che negava o limitava l’eguaglianza dei diritti con l’uomo, giudicato fondamentalmente ingiusto e offensivo della dignità umana. Nel 1966 si sottoscrivono due Patti internazionali: il primo sui diritti civili e politici, il secondo sui diritti economici, sociali e culturali. I Patti entrano in vigore nel 1976 e sancivano il passaggio dalla dichiarazione astratta di non discriminazione ad un impegno di concreta tutela dei diritti civili e politici. Tuttavia il gap tra la formulazione giuridica e l’applicazione pratica non venne colmata. In questa fase l’attività degli organismi internazionali non si caratterizzava per l’esercizio di un loro pieno potere di intervento, di controllo e di repressione nei confronti degli Stati membri, e ci spiega perchè anche Stati in realtà poco sensibili, o apertamente ostili, a questa impostazione dei rapporti di genere avessero potuto ratificarli. Il 1975 viene proclamato l’Anno internazionale della donna. Si apriva così il decennio della donna, che si rivela foriero di sviluppi preziosi. La Conferenza mondiale del Messico del 1975 si concluse con l’approvazione di un piano di azione mondiale che rappresenta il primo documento internazionale dedicato alle donne, esaminata nei suoi diversi aspetti. Parallelamente a questi eventi culturalmente epocali, che segnano il limite dell’azione ad una sfera di diritti prettamente economici e commerciali, si estrinseca l’intervento della Comunità Europea. Infatti con le direttive 75/117 e 77/207 la Comunità si esprime fortemente in direzione della parità di trattamento economico e normativo tra lavoratrici e lavoratori. Frutto dell’attuazione di tali direttive, sarà in particolare la nostra Legge 903/1977 “Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro“.

10399921_1158938584245_2193252_nCristina Montagni
La condizione giuridica delle donne, il loro innalzamento o abbassamento sono il miglior criterio e la misura più sicura della civiltà di un popolo e di un secolo
John Stuart-Mill
Follow Women for Women Italy on WordPress.com


Sito di approfondimento su temi che ruotano intorno al mondo femminile: formazione, diritti umani, lavoro, salute, anti-violenza e impresa donna.

Cristina Montagni
Journalist & press office manager

Categorie

Da non perdere: Women for Women Italy

Coronavirus, il coro di 700 bambini uniti in “Nessun dorma”

Coronavirus, il coro di 700 bambini uniti in “Nessun dorma”

Settecento bambini italiani ed europei hanno cantato dalle loro case ‘Nessun Dorma’, la famosa aria dell’opera Turandot di Giacomo Puccini. L’iniziativa, lanciata dall’orchestra Europa InCanto, vuole essere un messaggio di speranza e solidarietà rivolto al mondo intero più che mai importante in questo momento

CORONAVIRUS – Il mio nemico invisibile. L’esperta di Psicologi – Italia in prima linea per consulenze a distanza

CORONAVIRUS – Il mio nemico invisibile.  L’esperta di Psicologi – Italia in prima linea per consulenze a distanza

Se il benessere dell’uomo si trova nello stare e vivere con l’altro nel pieno delle reti sociali, la situazione confusa e paradossale del presente necessita di sostegno psicologico per molte persone.

Covid 19. Centri antiviolenza a fianco delle donne

Covid 19. Centri antiviolenza a fianco delle donne

Pangea/Reama, Udi, Telefono Rosa per contrastare la violenza domestica con politiche integrate per il coordinamento della rete dei Centri Antiviolenza e per agevolare l’accesso alle strutture e i contatti

COVID–19. OIL stima la perdita di 25 milioni di posti di lavoro nel mondo

COVID–19. OIL stima la perdita di 25 milioni di posti di lavoro nel mondo

COVID-19 potrebbe avere ricadute devastasti a livello globale con la perdita di oltre 25 milioni di posti di lavoro. Le stime presentate a Ginevra dall’OIL, evidenziano che gli effetti della pandemia avranno una portata a livello mondiale causando per milioni di persone disoccupazione, sottoccupazione e povertà lavorativa

Covid-19, nuove restrizioni per l’Italia. Dichiarazioni Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Covid-19, nuove restrizioni per l’Italia.  Dichiarazioni Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Dichiarazioni del 21 marzo da Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sulle nuove misure per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19

Covid-19 – Situazione in Italia

Covid-19 – Situazione in Italia

Covid-19 – Situazione in Italia e nel mondo

INTERVISTA ALLA SEGRETARIA GENERALE CISL ANNAMARIA FURLAN

INTERVISTA ALLA SEGRETARIA GENERALE CISL ANNAMARIA FURLAN

La questione femminile per la Segretaria Generale Cisl Annamaria Furlan non è solo difendere il valore sociale del lavoro, ma riflettere sulla contrattazione di genere, sul divario retributivo e la difficoltà a mantenere il lavoro in presenza di una famiglia spesso considerata ostacolo all’ingresso e alla progressione della carriera.

I° EDIZIONE LABORATORIO TECNICO & ARTISTICO DI SCULTURA «MODELLAZIONE SCULTOREA»

I° EDIZIONE LABORATORIO TECNICO & ARTISTICO DI SCULTURA «MODELLAZIONE SCULTOREA»

L’Associazione Sparkling Day in partnership con l’Accademia di Formazione Studio Palma Gypsum Design ha annunciato l’avvio del corso di I livello su «MODELLAZIONE SCULTOREA»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: