Home » Carta Pari Opportunità

Carta Pari Opportunità

La Carta delle Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul lavoro, nasce in Italia il 5 ottobre 2009 sull’onda del successo delle iniziative francese e tedesca. Una dichiarazione di intenti, sottoscritta dalle imprese di tutte le dimensioni, per diffondere una cultura aziendale ed incentivare ad una politica inclusiva, libera da discriminazioni e pregiudizi, valorizzando i talenti nel rispetto delle diversità. carta-delle-pari-opportunita-e-lavoroL’impresa, adottando la Carta, contribuisce alla lotta contro tutte le forme di discriminazione sul luogo di lavoro, genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa, orientamento sessuale e si impegna a valorizzare le diversità all’interno dell’organizzazione aziendale, con particolare riguardo alle pari opportunità tra uomo e donna. Oggi aderiscono alla Carta circa 700 imprese e Pubbliche Amministrazioni che impiegano oltre 700.000 lavoratori con una rete capillare su territorio italiano mediante la costituzione di tavoli Regionali.

Gli obiettivi della Carta:

  1. definire e attuare politiche aziendali che coinvolgano tutti i livelli dell’organizzazione nel rispetto del principio della pari dignità e trattamento sul lavoro;
  2. individuare funzioni aziendali alle quali attribuire chiare responsabilità in materia di pari opportunità;
  3. superare gli stereotipi di genere, attraverso politiche aziendali di formazione e sensibilizzazione, anche promuovendo i percorsi di carriera;
  4. integrare il principio di parità di trattamento nei processi che regolano tutte le fasi della vita professionale e della valorizzazione delle risorse umane, affinché le decisioni relative ad assunzione, formazione e sviluppo di carriera vengano prese in base alle competenze, all’esperienza, al potenziale professionale delle persone;
  5. sensibilizzare e formare tutti i livelli dell’organizzazione sul valore della diversità e sulle modalità di gestione delle stesse;
  6. monitorare periodicamente l’andamento delle pari opportunità e valutarne l’impatto delle buone pratiche;
  7. individuare e fornire al personale strumenti interni a garanzia della effettiva tutela della parità di trattamento;
  8. fornire strumenti concreti per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro favorendo l’incontro tra domanda e offerta di flessibilità aziendale e delle persone, anche con adeguate politiche aziendali e contrattuali, in collaborazione con il territorio e la convenzione con i servizi pubblici e privati integrati assicurando una formazione adeguata al rientro dei congedi parentali;
  9. comunicare al personale l’impegno assunto a favore di una cultura aziendale della pari opportunità, informandolo sui progetti intrapresi e sui risultati pratici conseguiti;
  10. promuovere la visibilità esterna dell’impegno aziendale, dando testimonianza delle politiche adottate e dei progressi ottenuti in un’ottica di comunità realmente solidale e responsabile.
Per aderire alla CARTA PER LE PARI OPPORTUNITÀ E L’UGUAGLIANZA SUL LAVORO è necessario compilare i moduli reperibili ai seguenti link nella versione delle imprese e delle pubbliche amministrazioni:
Carta Pari Opportunità-Modulo di adesione per le imprese
Carta Pari Opportunità-Modulo di adesione Pubbliche Amministrazioni
La CARTA firmata dovrà essere inviata a: Segreteria Organizzativa della Carta per le Pari Opportunità Fondazione Sodalitas, Via Pantano 2-20122 Milano (MI)
womenforwomenitaly

Categorie

Da non perdere: Women for Women Italy

Rapporto sul Mercato del Lavoro 2018

Rapporto sul Mercato del Lavoro 2018

L’analisi presentata all’ISTAT (Istituto nazionale di Statistica) il 25 febbraio 2019 ha tracciato aspetti congiunturali, ciclici e strutturali che hanno modificato l’apparato produttivo italiano insieme alle caratteristiche e ai comportamenti individuali dell’occupazione.

Differenza Donna e la Queen Mary University di Londra insieme per presentare il rapporto “What about my right not to be abused?”

Differenza Donna e la Queen Mary University di Londra insieme per presentare il rapporto “What about my right not to be abused?”

L’Associazione Differenza Donna insieme alle studiose inglesi della Queen Mary University di Londra hanno presentato i principali risultati delle campagne Child First ed “Every Woman Everywhere”. Ricerca realizzata da Women’s Aid che ha messo in luce i delicati aspetti riguardanti i rapporti genitoriali nei tribunali di famiglia inglesi. Per l’Italia magistrati e giudici hanno commentato lo stato dell’arte delle Linee Guida e i risultati ottenuti sulla violenza delle donne e sui minori.

Donne, pace e sicurezza con Lamya Haji Bashar

Donne, pace e sicurezza con Lamya Haji Bashar

In occasione delle celebrazioni per la Giornata internazionale della Donna, Bashar è intervenuta il 6 marzo al convegno “Donne, Pace e Sicurezza: verso i 20 anni della Risoluzione 1325 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite”, organizzato dalla Camera dei deputati.

Accordo Italia e Santa Sede per il reciproco riconoscimento dei titoli di studio

Accordo Italia e Santa Sede per il reciproco riconoscimento dei titoli di studio

Al via il riconoscimento reciproco dei titoli di studio conseguiti nelle istituzioni accademiche tra l’Italia e la Santa Sede.

Intervista alla pianista neoclassica Antonija Pacek dal pubblico multigenerazionale e multiculturale

Intervista alla pianista neoclassica Antonija Pacek dal pubblico multigenerazionale e multiculturale

Antonija Pacek, compositrice e pianista neoclassica di origine croata ora residente a Vienna, il 24 febbraio ha presentato in anteprima italiana all’Auditorium Parco della Musica il suo terzo album “Il Mare” uscito il 7 dicembre 2018.

One Billion Rising 2019

One Billion Rising 2019

Per il terzo anno consecutivo si è celebrato One Billion Rising 2019, l’evento planetario voluto dalla drammaturga e attivista Eve Ensler che si basa sull’idea che si può sfidare il sistema e rivendicare il diritto delle donne a decidere in pieno della propria vita. In Italia dal 14 al 17 febbraio, le piazze si sono trasformate in una vera festa d’amore, una festa di rispetto profondo verso gli altri.

52° Rapporto CENSIS. Italiani immersi nel rancore e preoccupati del futuro

52° Rapporto CENSIS. Italiani immersi nel rancore e preoccupati del futuro

L’istituto parla di una transizione che sta traghettando il nostro Paese verso un ecosistema di attori individuali con un appiattimento della società in cui gli italiani si dimostrano arrabbiati, insicuri e delusi dalla politica.

Osservatorio statistico Inps 2018. Monitoraggio e politiche a sostegno dell’occupazione

Osservatorio statistico Inps 2018. Monitoraggio e politiche a sostegno dell’occupazione

Pubblicati i risultati del monitoraggio dell’Inps sulle politiche del lavoro. Il bollettino annuale fotografa anche gli interventi pubblici a sostegno dell’occupazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: