Home » Carta Pari Opportunità

Carta Pari Opportunità

Archivi

RSS Risorsa Donna

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Yes, We Tweet

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

La Carta delle Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul lavoro, nasce in Italia il 5 ottobre 2009 sull’onda del successo delle iniziative francese e tedesca. Una dichiarazione di intenti, sottoscritta dalle imprese di tutte le dimensioni, per diffondere una cultura aziendale ed incentivare ad una politica inclusiva, libera da discriminazioni e pregiudizi, valorizzando i talenti nel rispetto delle diversità. carta-delle-pari-opportunita-e-lavoroL’impresa, adottando la Carta, contribuisce alla lotta contro tutte le forme di discriminazione sul luogo di lavoro, genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa, orientamento sessuale e si impegna a valorizzare le diversità all’interno dell’organizzazione aziendale, con particolare riguardo alle pari opportunità tra uomo e donna. Oggi aderiscono alla Carta circa 700 imprese e Pubbliche Amministrazioni che impiegano oltre 700.000 lavoratori con una rete capillare su territorio italiano mediante la costituzione di tavoli Regionali.

Gli obiettivi della Carta:

  1. definire e attuare politiche aziendali che coinvolgano tutti i livelli dell’organizzazione nel rispetto del principio della pari dignità e trattamento sul lavoro;
  2. individuare funzioni aziendali alle quali attribuire chiare responsabilità in materia di pari opportunità;
  3. superare gli stereotipi di genere, attraverso politiche aziendali di formazione e sensibilizzazione, anche promuovendo i percorsi di carriera;
  4. integrare il principio di parità di trattamento nei processi che regolano tutte le fasi della vita professionale e della valorizzazione delle risorse umane, affinché le decisioni relative ad assunzione, formazione e sviluppo di carriera vengano prese in base alle competenze, all’esperienza, al potenziale professionale delle persone;
  5. sensibilizzare e formare tutti i livelli dell’organizzazione sul valore della diversità e sulle modalità di gestione delle stesse;
  6. monitorare periodicamente l’andamento delle pari opportunità e valutarne l’impatto delle buone pratiche;
  7. individuare e fornire al personale strumenti interni a garanzia della effettiva tutela della parità di trattamento;
  8. fornire strumenti concreti per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro favorendo l’incontro tra domanda e offerta di flessibilità aziendale e delle persone, anche con adeguate politiche aziendali e contrattuali, in collaborazione con il territorio e la convenzione con i servizi pubblici e privati integrati assicurando una formazione adeguata al rientro dei congedi parentali;
  9. comunicare al personale l’impegno assunto a favore di una cultura aziendale della pari opportunità, informandolo sui progetti intrapresi e sui risultati pratici conseguiti;
  10. promuovere la visibilità esterna dell’impegno aziendale, dando testimonianza delle politiche adottate e dei progressi ottenuti in un’ottica di comunità realmente solidale e responsabile.
Per aderire alla CARTA PER LE PARI OPPORTUNITÀ E L’UGUAGLIANZA SUL LAVORO è necessario compilare i moduli reperibili ai seguenti link nella versione delle imprese e delle pubbliche amministrazioni:
Carta Pari Opportunità-Modulo di adesione per le imprese
Carta Pari Opportunità-Modulo di adesione Pubbliche Amministrazioni
La CARTA firmata dovrà essere inviata a: Segreteria Organizzativa della Carta per le Pari Opportunità Fondazione Sodalitas, Via Pantano 2-20122 Milano (MI)
womenforwomenitaly
Follow Women for Women Italy on WordPress.com


Sito di approfondimento su temi che ruotano intorno al mondo femminile: formazione, diritti umani, lavoro, salute, anti-violenza e impresa donna.

Cristina Montagni
Journalist & press office manager

Categorie

Da non perdere: Women for Women Italy

Coronavirus, il coro di 700 bambini uniti in “Nessun dorma”

Coronavirus, il coro di 700 bambini uniti in “Nessun dorma”

Settecento bambini italiani ed europei hanno cantato dalle loro case ‘Nessun Dorma’, la famosa aria dell’opera Turandot di Giacomo Puccini. L’iniziativa, lanciata dall’orchestra Europa InCanto, vuole essere un messaggio di speranza e solidarietà rivolto al mondo intero più che mai importante in questo momento

CORONAVIRUS – Il mio nemico invisibile. L’esperta di Psicologi – Italia in prima linea per consulenze a distanza

CORONAVIRUS – Il mio nemico invisibile.  L’esperta di Psicologi – Italia in prima linea per consulenze a distanza

Se il benessere dell’uomo si trova nello stare e vivere con l’altro nel pieno delle reti sociali, la situazione confusa e paradossale del presente necessita di sostegno psicologico per molte persone.

Covid 19. Centri antiviolenza a fianco delle donne

Covid 19. Centri antiviolenza a fianco delle donne

Pangea/Reama, Udi, Telefono Rosa per contrastare la violenza domestica con politiche integrate per il coordinamento della rete dei Centri Antiviolenza e per agevolare l’accesso alle strutture e i contatti

COVID–19. OIL stima la perdita di 25 milioni di posti di lavoro nel mondo

COVID–19. OIL stima la perdita di 25 milioni di posti di lavoro nel mondo

COVID-19 potrebbe avere ricadute devastasti a livello globale con la perdita di oltre 25 milioni di posti di lavoro. Le stime presentate a Ginevra dall’OIL, evidenziano che gli effetti della pandemia avranno una portata a livello mondiale causando per milioni di persone disoccupazione, sottoccupazione e povertà lavorativa

Covid-19, nuove restrizioni per l’Italia. Dichiarazioni Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Covid-19, nuove restrizioni per l’Italia.  Dichiarazioni Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Dichiarazioni del 21 marzo da Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sulle nuove misure per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19

Covid-19 – Situazione in Italia

Covid-19 – Situazione in Italia

Covid-19 – Situazione in Italia e nel mondo

INTERVISTA ALLA SEGRETARIA GENERALE CISL ANNAMARIA FURLAN

INTERVISTA ALLA SEGRETARIA GENERALE CISL ANNAMARIA FURLAN

La questione femminile per la Segretaria Generale Cisl Annamaria Furlan non è solo difendere il valore sociale del lavoro, ma riflettere sulla contrattazione di genere, sul divario retributivo e la difficoltà a mantenere il lavoro in presenza di una famiglia spesso considerata ostacolo all’ingresso e alla progressione della carriera.

I° EDIZIONE LABORATORIO TECNICO & ARTISTICO DI SCULTURA «MODELLAZIONE SCULTOREA»

I° EDIZIONE LABORATORIO TECNICO & ARTISTICO DI SCULTURA «MODELLAZIONE SCULTOREA»

L’Associazione Sparkling Day in partnership con l’Accademia di Formazione Studio Palma Gypsum Design ha annunciato l’avvio del corso di I livello su «MODELLAZIONE SCULTOREA»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: